Prolasso del pavimento pelvico

Prolasso del pavimento pelvico

prolasso del pavimento pelvico

Durante il post parto le funzioni di sostegno dei visceri (vescica, utero, retto) sono momentaneamente indebolite e sforzi troppo intensi e protratti posso causare un cedimento (prolasso). Lo stesso può accadere durante la menopausa, periodo in cui il cambiamento ormonale indebolisce i tessuti e li rende meno tonici.

Per prevenire il prolasso è necessario rinforzare parete addominale e perineo, pavimento del bacino che sostiene e stabilizza i visceri all’interno della plevi. Attraverso esercizi mirati si impara a proteggere il proprio corpo durante gli sforzi, l’attività fisica e la statica eretta prolungata.

Quando il prolasso è di I o II grado la riabilitazione evita l’aggravarsi della situazione e l’eventuale intervento chirurgico. Nel caso in cui l’intervento chirurgico sia inevitabile è in egual modo importante svolgere un ciclo riabilitativo prima e dopo. Lo scopo è ricreare la base sulla quale poi poggerà il viscere ristabilizzato all’interno della pelvi.